Odi, I, 9

Quid sit futurum cras fuge quaerere, et
quem Fors dierum cumque dabit, lucro
adpone, nec dulcis amores
sperne puer neque tu choreas,
donec virenti canities abest
morosa.

 
 
Che cosa t’attenda in futuro, rinuncia a indagare:
qualunque altro giorno t’aggiunga il destino, tu devi
segnarlo all’attivo. Sei giovane, non disprezzare gli amori gentili, le danze.
 
(Orazio – Carmi Simposiaci)
Advertisements