TV Facebook

 

pubblicata da Mauro Miccolis il giorno mercoledì 14 luglio 2010 alle ore 12.24

(M.Miccolis):
Ed in fine, dopo decine di manifestazioni riuscite a livello nazionale, la politica ha compreso la potenza di internet e di alcuni social network come Facebook.
Peccato però, che i vari politici, anche quelli più amati dal popolo della rete come Nichi Vendola, usino Facebook come la televisione.
Non c’è alcuna interazione tra i politici e il popolo di Facebook; loro vengono qui,inondano il social network dei loro slogan (alcuni partoriti dalla mente creativa di qualche esperto di marketing,altri rubacchiati in giro).
In questo modo rinunciano alla prima potenzialità che offre la rete alla politica : il dibattito con i cittadini, la valutazione real time di idee e opinioni.
E quindi possono arrivare dalla rete domande interessanti, o anche risposte intelligenti a seri problemi che rimarranno inascoltate.
La politica, ha ridotto Facebook ad una TV fuori dal controllo di berlusconi…gratuita e libera quindi,
ma sfrutta questa nuova tecnologia in modo vecchio, con una mentalità vecchia, e cioè decidendo autonomamente dall’alto ciò che è giusto e ciò che è sbagliato per noi, ignorando i nostri giudizi e desideri; quando non li si vuole addomesticare e guidare. E credo che questo modo di utilizzare internet, sia consapevole.
Forse il popolo di Facebook dovrebbe ignorare i politici su Facebook, e continuare a fare politica a discutere ed organizzarsi autonomamente, rinunciando ai professionisti della politica.
Usiamo la funzione NASCONDI con i politici.

Annunci