Nichi Vendola : POST: SUI RIFIUTI RESPONSABILITÀ.

testata_new

di Mauro Miccolis

Poiché non è più possibile commentare i post di Vendola sul suo sito (si possono solo condividere) sono costretto a commentarlo sul mio blog. Evidentemente ultimamente devono essere stati postati molti commenti poco lusinghieri che ledevano l’immagine pubblica di Nichi Vendola. Il post che mi accingo a commentare lo trovate qui;

http://www.nichivendola.it/sito/mcc/informazione/sui-rifiuti-responsabilita.html

Care cittadine e cittadini, Presidenti del Consiglio e Consiglieri comunali, Assessori, Sindaco,
ieri, 6 dicembre 2010, ho incontrato, presso gli uffici della Presidenza della Giunta regionale, insieme al Presidente della Provincia di Taranto, i Sindaci dei Comuni di Taranto, Statte, Grottaglie, Monteparano, Lizzano, Faggiano, Fragagnano e San Marzano di San Giuseppe, per discutere delle problematiche connesse ai conferimenti dei rifiuti in Puglia provenienti dalla Regione Campania per far fronte alla ormai nota emergenza esistente in quel territorio.
Si è trattato di un incontro sereno e costruttivo, nel quale ciascuno ha ragionato con maturità e consapevolezza dei doveri legati al proprio mandato istituzionale: ciascuno rappresenta una comunità, ciascuno per la propria parte rappresenta il sistema-Paese.

Mi risulta, da vie ufficiose, e quindi da confermare, che un certo Vincenzo Conte, consigliere comunale dei Verdi del comune di Statte è stato cacciato in modo coatto dall’assemblea.Sempre le stesse fonti ufficiose, mi informano che il consigliere era fortemente contrario a peggiorare la situazione del tarantino già fortemente compromessa e per questo motivo scacciato dall’assemblea. Se questo fosse vero, sarebbe un grave atto antidemocratico.

Voglio anzitutto tranquillizzare voi tutti sul fatto che la solidarietà alla Campania non andrà in alcun modo ad aumentare i volumi di discarica già autorizzati, nel tempo, per le discariche della Provincia di Taranto. Saranno utilizzate le volumetrie già esistenti e disponibili sul mercato. Anzi, su questo, ho chiesto agli uffici di provare, per quanto possibile, a rendere i conferimenti della Campania sostitutivi dei conferimenti che arrivano dal Nord, soprattutto dei conferimenti che arrivano dalla Regione Veneto, che ha ritenuto di non dover esprimere alcuna solidarietà nazionale.

Da quanto riportato sopra, mi sembra che Vendola non sa se esiste un flusso di rifiuti dal Veneto e a quanto ammonta; ma è sicuro di rispettare le volumetrie esistenti. Credo che con ragionamenti sconclusionati di questo tipo, si sia arrivati all’emergenza campana.

Avrei potuto far prevalere la logica del cinismo e innalzare le barricate contro i rifiuti campani solo per averne un vantaggio sui miei avversari politici. Ma, di fronte alle notizie di bambini ricoverati per problemi sanitari connessi alla presenza dei rifiuti per strada a Napoli, non c’è alcuna logica possibile se non quella di correre in soccorso dei nostri connazionali per garantire loro ogni utile supporto.
Ma non possiamo, non vogliamo e non dobbiamo far questo sulla testa dei cittadini pugliesi.

Mi fa piacere che Vendola si preoccupi dei bambini campani e delle conseguenze di una politica di smaltimento rifiuti basata sulle discariche e gli inceneritori. In questo particolare caso, osserviamo sgomenti l’effetto dell’accumulo dei rifiuti sui bambini campani; tra cinque anni assisteremo sgomenti all’effetto dell’incenerizione di questi rifiuti sui bambini pugliesi e campani, se ci si ostina ad applicare una logica di smaltimento rifiuti basata sull’incenerizione. Se veramente Nichi Vendola ci tieni alla salute delle persone, convinciti ad adottare una gestione dei rifiuti basata sulla raccolta differenziata con residui zero; è possibile in Trentino è stata fatta www.centroriciclo.com .

Abbiamo ascoltato gli Enti locali e sottoscritto un protocollo che garantisce controlli più accurati dei rifiuti che arriveranno dalla Campania. Abbiamo cercato ed ottenuto il supporto dell’esercito, della polizia provinciale, dei Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico oltre che, ovviamente, dell’ARPA Puglia e Campania.
Stiamo lavorando, ancora in queste ore, a fare in modo che tutti voi possiate avere un monitoraggio costante e trasparente delle operazioni di smaltimento, accedendo al nostro portale ambientale.

Pochi giorni fa in televisione, alla trasmissione Vieni Via Con Me, Roberto Saviano ha illustrato in modo efficace, come con dei semplici giri di bolle di accompagnamento si trasformano dei rifiuti tossici in rifiuti normali.

E stiamo lavorando anche per restituire ai Comuni ed alla provincia di Taranto tutta un destino diverso, proseguendo sulla strada degli interventi sugli impatti della grande industria, delle bonifiche del territorio già avviata dalla Regione e dettando norme e strumenti sempre più stringenti per la realizzazione di nuovi impianti di discarica.

Quindi Nichi Vendola è recidivo: vuole costruire altre discariche e quindi nuovi inceneritori, vorrei far notare che in tutto il post non ha mai parlato di raccolta differenziata e di cambio politica di smaltimento rifiuti (uno dei cavalli di battaglia durante la tornata elettorale).

Ed è per questo motivo che ho chiesto a tutti voi un gesto di responsabilità prima che di solidarietà, un gesto capace di restituire dignità ai nostri fratelli campani ed una nuova prospettiva al Mezzogiorno d’Italia.

Non si è mai parlato di denaro, chi e quanto guadagnerà dallo smaltimento di questo pattume? Sono i soldi derivanti da questa politica di smaltimento rifiuti che ti fa propendere per questo tipo di solidarietà? Perchè un modo differente di solidarizzare con il popolo pugliese e campano è quello di non foraggiare con soldi pubblici la costruzione di discariche e inceneritori, ma piuttosto dei centri di smaltimento rifiuti come quelli di Vedelago.

Cordialmente Dott.Ing.Mauro Miccolis

Annunci