Recuperiamo il cyber-bene comune: La rete

politics

By George Monbiot, published in the Guardian, 14th December 2010

La rete è dominata da organizzazioni di Troll, è giunto il tempo di riappropriarsene.

In rete,si è creata una situazione equivalente a ciò che portò alla rivolta i contadini inglesi nel 1381 rivendicando i loro diritti alla terra. Quando MasterCard, Visa, Paypal e Amazon ha cercato di chiudere Wikileaks fuori dalla rete,il cyber-commons appunto, un esercito di hacker, ha reagito cercando di distruggere questi grandi latifondi e tirare giù i loro recinti.

Nella rissa Wikileaks, i popolani sembrano avere il sopravvento. Ma è solo una battaglia. C’è una guerra cibernetica che si combatte più ampia, di cui si sente parlare molto meno. E nella maggior parte dei casi i proprietari terrieri, con l’aiuto di un esercito mercenario, stanno vincendo.

Non sto parlando di minacce per la neutralità della rete e il pericolo di un Bavaglio II in via di sviluppo ( 1 , 2 ), anche se questo è un pericolo reale. Sto parlando dei tentativi giornalieri di controllare e influenzare il contenuto di internet  nell’interesse dei governi e della Corporation: i tentativi in cui il denaro conta.

L’arma utilizzata da entrambi i giocatori: dallo Stato e dalle imprese, è una tecnica nota come astroturfing (non ho trovato la traduzione letterale del termine, to turf v.tr. coprire di zolle erbose, piotare., mentre astro ha a che fare con la navigazione). Una campagna Astroturf è una campagna  che sembra una mobilitazione della base spontanea, ma che è in realtà organizzata. Chiunque scrive pezzi di commenti in mandarino, critici verso il governo cinese, per esempio, rischia di essere bombardato da  attacchi da parte di persone che pretendono di essere cittadini normali, sconvolti dagli insulti contro il loro paese.

Ma molti di loro non sono sconvolti: sono i membri del 50 Cent Party, così chiamato perché è una agenzia del governo cinese paga 5 mao (mezzo yuan) per ogni post “moderatore” ( 3 ). Squadre di questi burattini, sono assunti dai capi del partito per soffocare le voci critiche e il deraglio dei dibattiti in polemiche intelligenti.

Ho incontrato la prima volta astroturfing online nel 2002, quando gli investigatori Andy Rowell e Jonathan Matthews guardando una serie di osservazioni fatte da due persone che si fanno chiamare Mary Murphy e Andura Smetacek ( 4 , 5 ). Avevano lanciato attacchi feroci, attraverso vari forum su internet, nei confronti di uno scienziato la cui ricerca ha suggerito che il mais messicano era stato ampiamente contaminate da pollini OGM.

Rowell e Matthews scoprirono che uno dei messaggi che aveva mandato Mary Murphy era pervenuto da un dominio di proprietà del Bivings Group, una società di Public Relation (PR) specializzata in attività di lobbying internet. Un articolo sul sito della Bivings ha spiegato che “ci sono alcune campagne in cui sarebbe opportuno o persino disastroso lasciare che il pubblico sappia che la vostra organizzazione è coinvolta direttamente … Le bacheche, chat room, e i forum sono un ottimo modo per controllare ciò che viene detto in anonimato. Una volta che siete collegati in questo mondo, è possibile effettuare dei commenti in questi forum che presentino la vostra posizione come una parte non direttamente coinvolta, e quindi più credibile.

“Un alto dirigente della Monsanto è citato sul sito Bivings, ringrazia la società di pubbliche relazioni per il suo” straordinario lavoro ” ( 7 ). Quando un dirigente Bivings è stato contestato da Newsnight, ha ammesso che l’e-mail di “Mary Murphy” è stata inviata da qualcuno che “lavorava per Bivings” o “clienti che utilizzano i nostri servizi” (8). Rowell e Matthews poi scoprirono che l’indirizzo IP del Messaggio di Smetacek Andura è stato assegnato al quartier generale della Monsanto in St. Louis, Missouri ( 9 ). C’è un simpatico risvolto di questa storia. AstroTurf TM – erba sintetica reale usata per l’arredamento dei giardini – è stato sviluppato e brevettato dalla Monsanto.

Leggendo i thread di commenti sui siti del Guardian e altrove sul web, ho subito individuato due tipologie. La prima è che le discussioni su questioni in cui c’è poco denaro in gioco tendono ad essere molto più civile di dibattiti su temi in cui le imprese rischiano di perdere o guadagnare miliardi: come il cambiamento climatico, salute pubblica e l’evasione fiscale delle imprese. Queste sono spesso caratterizzate da livelli incredibili di abuso e interruzione.

Gli articoli sull’ambiente sono colpiti più duramente di tutti gli altri da tali tattiche. Amo il dibattito, e spesso leggo i commenti  sotto le mie colonne. Ma è un’esperienza deprimente, invece di contestare i problemi , molti di coloro che non sono d’accordo mi bombardano con l’abuso infantile, o semplicemente continuano a ripetere una falsità, ma spesso lo si discredita facilmente. Questo garantisce che una discussione intelligente è quasi impossibile – che sembra essere il punto ( 10 ).

Il secondo tipo è la forte associazione tra questa tattica e un certo insieme di punti di vista: pro-corporate e anti-tasse, anti-regolamentazione. Sia i conservatori e i progressisti tradizionali tendono a essere più disposti a discutere di un problema di certi libertari di destra, molti dei quali cercano invece di chiudere il dibattito.

Allora, cosa succede? Non sto suggerendo che la maggior parte delle persone che cercano di far fallire queste discussioni sono pagati per farlo, anche se mi sorprenderei se non lo fossero. Sto suggerendo che alcuni degli sforzi per evitare che l’intelligenza fiorisca sembrano essere organizzati, e che né ospiti né sito web commentatori altri sanno come rispondere.

Per il suo film (Astro) Turf Wars, Taki Oldham segretamente registrato una sessione di formazione organizzata da un gruppo libertario di destra “American Maggioranza.L’allenatore, James Austin, stava istruendo membri del partito sul modo di “manipolare i media” ( 11 ). Questo è ciò che ha detto loro:

“Ecco quello che faccio. Mi trovo su Amazon; e scrivo “Libri liberali”. Vado attraverso e io dico “una stella, una stella, una stella”. Il rovescio della medaglia è che se tu vai su qualsiasi cosa conservatrice / libertari , tutti i loro prodotti hanno cinque stelle…. Qui è dove i tuoi figli ottengono informazioni: Rotten Tomatoes, Flixster. Questi sono luoghi dove si può votare un film. Così quando si digita in “Movies on Healthcare”, non voglio che Michael Moore sia al top dei risultati di ricerca, così ho sempre dato voti pessimi. Spendo circa 30 minuti al giorno, solo clic, clic, clic, clic. … Se c’è un posto dove puoi mettere un commento, un posto dove puoi votare, un luogo per condividere informazioni, devi usarli. Ecco come si controlla il dialogo online e dare le nostre idee una possibilità di combattere “.

Oltre il 75% dei finanziamenti per l’ American Majority, che ha ospitato questa sessione di addestramento, viene dal Sam Adams Alliance ( 12 ). Nel 2008, anno in cui fu fondata American Majority, 88% del denaro dell’alleanza proveniva da una singola donazione, di $ 3,7 milioni ( 13 ). Un gruppo che addestra i libertari di destra di falsare la linea dei processi democratici, in altre parole, è stato istituito con un finanziamento da una persona o società con un portafoglio molto ampio.

Internet è un dono straordinario, che ci ha concesso una delle più grandi opportunità democratiche dal suffragio universale. Siamo in pericolo di perdere questo patrimonio mondiale in quanto rientra nell’ambito d’assalto da un esercito di troll e flacks, molti di loro segretamente organizzati o addestrati. La domanda per tutti noi – il Guardian, altri siti web, tutti coloro che beneficia di questa risorsa – è ciò che intendiamo fare a riguardo. E ‘il momento di reagire e recuperare internet per quello che sa fare meglio: studiare problemi, sperimentazione di idee, apertura di dibattiti.

www.monbiot.com


Riferimenti:

1. http://www.guardian.co.uk/technology/pda/2010/aug/10/google-verizon-net-neutrality?INTCMP=SRCH

2. http://www.bbc.co.uk/news/technology-10961776

3. http://news.bbc.co.uk/1/hi/world/asia-pacific/7783640.stm

4. http://www.powerbase.info/index.php/Andura_Smetacek

5. http://www.powerbase.info/index.php/Mary_Murphy

6. Andrew Dimock, responsabile dei Gruppi di Bivings Online Marketing e della divisione Promozioni, 1 ° aprile 2002. “Marketing virale: come infettare il mondo”.

L’articolo originale è qui:

http://www.thebivingsreport.com/search_view_full_article.php?article_id=73

Ma da allora è stato tirato giù. Successivamente una nota dice che è stato “recentemente curato per chiarimenti”: il che sembra significare dire l’esatto contrario di ciò che l’originale ha dichiarato, e ri-pubblicati qui:

http://www.bivingsreport.com/2002/viral-marketing-how-to-infect-the-world/

È possibile leggere gli estratti dalla versione originale qui:

http://www.lobbywatch.org/profile1.asp?PrId=166

7. Vedi http://www.powerbase.info/index.php/Bivings_Group

(L’originale è stato tolto).

8. Newsnight, 7 giugno 2002.

9. http://www.powerbase.info/index.php/Andura_Smetacek

10. Si veda anche l’interessante commento di SteB1, qui:http://www.guardian.co.uk/world/2010/dec/04/cancun-climate-talks-kyoto-latin-america?showallcomments=true # comment-8.653.581

11. http://astroturfwars.org/

12. Parchi di K Scott, 5 ottobre 2009. American Maggioranza tiene workshop Dallas. Il Dallas Morning News.
http://www.dallasnews.com/sharedcontent/dws/news/localnews/stories/DN-americanmajority_05met.ART0.State.Edition2.4ba21b6.html

13. Karoli, 26 aprile 2010. American Maggioranza: Parte il astroturf per vedere cosa c’è sotto. http://crooksandliars.com/karoli/american-majority-part-astroturf-see-whats

Advertisements