Servizio Pubblico : Per raccomandati.

santoro

di Mauro Miccolis

Con un breve post, voglio condividere con voi la scoperta di un nuovo raccomandato, anzi, in questo caso parliamo di una raccomandata, una bella raccomandata : Beatrice Borromeo.

Ovviamente parlo per pura invidia, essendo figlio di una persona qualsiasi, ed essendomi dovuto guadagnare tutto, ogni millimetro con le mie sole forze, provo un odio viscerale per i figli di papà, in particolare per quelli idioti, come il figlio di Bossi, o quello di Dipietro, ma questa è un’altra storia; torniamo alla bella raccomandata.

beatrice-borromeo

Avete capito chi è? Parla come una conduttrice navigata nelle trasmissioni di Santoro, anche se appena ventenne, e il suo blog è pubblicato dal “il FattoQuotidiano”.Sinceramente, non mi ero mai chiesto chi fosse, la trovavo carina e gradevole, e quello che dice è sempre condivisibile, come tutti i personaggi che gravitano nei programmi di Santoro. Ma chi è costei? Perchè, a ben vedere, non è che è un genio; è molto bella, ma non merita tutta questa visibilità mediatica, c’è tanta gente più preparata a livello giornalistico in Italia, che non ha alcuno spazio.

Se avete cliccato il link sopra (collegato al suo nome) avete scoperto che è figlia di una delle più antiche casate Milanesi:

É figlia del conte Carlo Borromeo, appartenente alla storica e potente famiglia nobile milanese, e di Paola Marzotto. É dunque: nipote di Marta Marzotto e del conte Umberto Marzotto, sorella di Carlo e sorellastra di Lavinia (moglie del Presidente della FIAT John Elkann), di Isabella (moglie di Ugo Maria Brachetti Peretti, proprietario della API), di Matilde (moglie dell’ereditiere Antonius Von Furstenberg), nipote di Matteo Marzotto, presidente della casa di moda Valentino S.p.A.. É fidanzata con il principe Pierre di Monaco.

Quindi, la protettrice dei deboli è una riccastra, imparentata niente popò di meno che con l’odiato Elkann affamatore di tante famiglie di operai.

Ormai me ne sto facendo una ragione, l’Italia è un paese per “figli di”, però da Santoro non me l’aspettavo; questa è la seconda coltellata che ricevo a questo proposito, la prima è quella relativa al tentativo di lancio mediatico della figlia dell’ex parlamentare del PRC Russo Spena (quella che ha fatto l’imboscata a Brunetta; dal settembre 2008 il papà dovrebbe essere responsabile del Dipartimento Giustizia del PRC) .

Ovviamente la delusione è doppia, non solo mi ha deluso Santoro (per la seconda volta) ma anche ilFattoQuotidiano, che sino ad oggi l’ho sempre visto come un giornale corretto ed equilibrato (a parte l’appoggio a Grillo).

Annunci