Sinistro Pinochet e Libertà

sel

di Nichi SVendola

Il Partito di SEL – Sinistra Ecologia e Libertà, incontra una rappresentanza dei golpisti fascisti filoUSA dell’estrema destra venezuelana e tramite il Presidente del Consiglio Regionale della Puglia, Onofrio Introna, chiede l’intervento del Premier Renzi e del Ministro Mogherini contro il governo Maduro.

Nel comunicato stampa, dal surreale titolo In Venezuela si muore, non lasciamo soli gli italovenezuelani
SEL scrive:

Il Venezuela sta morendo. La gente è disperata, affamata, derubata, terrorizzata. Il Paese vive una crisi politica, economica e sociale spaventosa: un milione di italo venezuelani chiede aiuto (tra loro 300mila sono di origini pugliesi): dobbiamo rompere il silenzio che nasconde questo dramma agli italiani, dobbiamo attrarre l’attenzione su una situazione gravissima. (…)
una realtà di orrore, anche con immagini forti: squadre della morte in azione, giovani assassinati dalla polizia, come il molfettese Roberto Annese o uccisi dalla criminalità incontrollata e organizzata, come la giovane Daysi Genire Ferrer Arenas Arigguni Abruzzo. Uomini e donne arrestati e detenuti senza processo, senza notizie alle famiglie.
La repressione violenta del governo Maduro sta cancellando non solo i diritti civili, anche quelli umani. Nessuna protesta è tollerata, nemmeno pacifica.
Mancano i beni di prima necessità, sono necessarie ore di fila anche per il cibo quotidiano.
Imprese, proprietà e beni vengono “espropriati”, ma in realtà sono confiscati. Emblematico l’”esproprio”, in tre soli giorni, dell’azienda Annese, nel quadro della nazionalizzazione dell’industria petrolifera decisa da Chavez. Da sei anni la famiglia attende dalle autorità un indennizzo che non arriva.
Gli italo venezuelani sono di fatto prigionieri. I voli di linea sono ridotti: il Governo consente soltanto l’acquisto di biglietti di sola andata, mentre è noto che le compagnie rilasciano solo biglietti di andata e ritorno.
C’è giusta attenzione al nodo Ucraina in Europa ma non possiamo trascurare anche il grido aiuto e di supporto legale che arriva dal Venezuela. In quel bellissimo Paese si vive un clima da Cile di Pinochet e i sacrifici di tre generazioni di italiani sono minacciati dalla ragione di Stato, se non sono andati già perduti.
Non possiamo restare insensibili. (…) Ci sono forti ragioni per sensibilizzare tutti sui problemi di una terra dove è impossibile vivere. Ci sono oltre un milione di ragioni.

Annunci