Contro il Revisionista Togliatti

phantom-cover2

di Amedeo Curatoli

«Quali rappresentanti degli interessi gene-
rali della nazione, le masse lavoratrici debbono
preoccuparsi di conciliare la legittima tutela dei
propri interessi diretti con l’esigenza di aumentare
la produzione e di migliorarne la qualità, di ri-
sanare le aziende produttive vitali e di forzare lo
sviluppo dell’economia generale, dal quale soltan-
to possiamo attenderci un elevamento effettivo del
tenore di vita dei lavoratori e di tutto il popolo i-
taliano. Questa esigenza sociale d’ordine elevato
può richiedere in determinate circostanze, come
l’attuale, dei duri sacrifici alle masse lavoratrici.
Ed esse debbono avere la maturità politica e so-
ciale necessaria per consentirli».
Giuseppe Di Vittorio
(È da lì che cominciarono i ‘sacrifici necessari’ al capitalismo).

A noi marxisti leninisti incombe il compito di riflettere a fondo sulla storia delle crisi rivoluzionarie manifestatesi in Italia nel primo e nel secondo dopoguerra. Senza questa riflessione non si può fare un reale passo avanti, si procederebbe a tentoni. Quella storia, così come ce l’hanno tramandata, è sommersa da un cumulo di falsità e dunque è totalmente inattendibile. Riscrivere daccapo quella storia è un compito pratico, rivoluzionario dei marxisti leninisti, significa individuare i veri errori, politici e di principio, che hanno portato alla disfatta il movimento operaio e il socialismo; bisogna capire bene quegli errori per non ripeterli in futuro.

CLICCA QUI SOTTO PER SCARICARE IL PDF COMPLETO

TOGLIATTI

 


 

1. Processo a Togliatti e al PCI : in Italia non c’è mai stata rappresentanza di sinistra. di Mauro Miccolis