INTERNAZIONALISMO DEL SINDACATO

di Mauro Miccolis

La globalizzazione è uno strumento capitalista che serve per mettere in competizione, chiudendoli in una spirale al ribasso i salari e i diritti dei lavoratori.

I dazi doganali e il protezionismo e le frontiere,servivano a proteggere non solo la produzione nazionale, ma principalmente i salari e diritti acquisiti da una classe lavoratrice nei confronti di una sottosviluppata e sfruttata.

Con il senno di poi, possiamo renderci conto che l’unica azione internazionalista del socialismo che avrebbe avuto senso, invece di pompose riunioni di partiti falce e martello, doveva essere sindacale. Il sindacato doveva internazionalizzarsi, e cercare di organizzare la lotta dei lavoratori nei paesi in via di sviluppo.

Annunci